tutorial effimero #1

Guardando arte contemporanea facile pensare: “Lo potevo fare anch’io” Titolo del noto libro di Francesco Bonami, il quale chiarisce subito: “NO NON LO POTEVI FARE ANCHE TU, AL MASSIMO LO PUOI RIFARE”. Ecco quindi ci accontentiamo ... Rifacciamo o facciamo con lo stesso spirito con cui la nonna lavorava a maglia, un divertimento, al piu un modo per sperimentare (ma non chiamiamolo passatempo!). qui il...

stampatori e automatismi

Alcuni eventi che hanno caratterizzato questi ultimi mesi lavorativi mi spingono a fare un breve ragionamento poco tecnico e più filosofico, per così dire. Chi pensa che ormai il procedimento di stampa sia una sola questione di automatismi, numeri, densitometri e controlli elettronici non ha in mano la verità assoluta. Non è una questione di romanticismo, di come era bello quando...

il battistrada: solo un elemento grafico?

Mani a terra, sedere in alto. Così l’uomo più veloce del mondo si mise in posizione di sparo. Un particolare: indossava scarpe rosse con tacchi a spillo. Impossibile non ricordare Carl Lewis, il figlio del vento, in quella scandalosa campagna pubblicitaria. Scandalosa e indimenticabile, una definitiva frattura con un passato rassicurante. Per quasi un secolo, infatti, il battistrada è stato l’elemento grafico utilizzato per...

il retino sbagliato: una vera ossessione

Non bisogna conoscere un sacco di cose riguardo al graphic design per comprendere questo tipo di modalità espressiva, la si apprezza inconsapevoli, perché da un secolo siamo immersi nelle immagini stampate. Una premessa necessaria: il retino di stampa è nato dalla necessità di riprodurre le infinite sfumature contenute all’interno delle immagini fotografiche, le cosiddette mezzetinte. Un insieme di punti che nasce...

Google e il mondo della tipografia – di Mario Rizzotti

Lo scorso anno il team Google ha annunciato Google Fonts Knowledge, un’integrazione a Google Fonts sviluppata da SeHee Lee (Staff Design di Google), Tobias Kunisch (Design Lead di Google Fonts) assieme a Elliot Jay Stocks, designer e scrittore specializzato in tipografia. Ormai da diversi anni Google si è resa un grande, e importante, punto di riferimento per il mondo del...

Monza e il settimanale da corsa

Aspettavamo il martedì mattina, accadeva nella seconda metà degli anni 70. Lo dice Linus alla radio, lo dice Alberto Saibene nel suo ultimo libro “Milano fine Novecento”, lo sento dire qua e là. In trecentomila aspettavamo il martedì perché in edicola si trovava Autosprint, un vero caso editoriale. Di questo “settimanale da corsa”, mi ha sempre affascinato l’aspetto tecnico relativo all’impaginazione e...

Richard Prince, un vero artista

"Le foto che ho rubato erano troppo belle per essere vere". Ma quanti sono gli artisti che hanno usato la carta stampata per realizzare le lore opere? Questa ricerca mi diverte e mi appassiona e non finirà tanto presto. Ho finalmente trovato il libro di Richard Prince, un oggetto meraviglioso stampato benissimo, su una carta opaca leggermente porosa che da risalto al...

ruba come un artista

Abbreviare i tempi della doccia è una necessità: campagna di sensibilizzazione per il risparmio idrico. "Ruba come un artista", è titolo di un libro di Austin Kleon, un vero successo editoriale. Come sostiene l'autore nessuna opera è originale, occorre imparare a "rubare" dal lavoro degli altri e reinventare quello che gli altri hanno creato. Per cui un volta rubato un fotogramma da...

fanzine 56 – Mario Sironi, per le vie di Milano

Lunedì 19 agosto 1839 nasce uffcialmente la fotografia. In questo giorno, infatti, la nuova invenzione fu presentata ai Parigini presso l’accademia delle scienze e quella delle arti visive. Passa qualche decennio e i pittori sono liberi dal difficile compito di rappresentare la realtà “così com’è”, ammesso che si possa farlo. L’evoluzione pittorica in centocinquant'anni passa da Bernardo Bellotto (1722-1780) praticamente un fotografo...

sul fumetto di una volta

Jacopo Fo, in un bellissimo documentario su Andrea Pazienza, dal titolo PAZ (2001), butta lì un aneddoto sull’autore, sul fumetto di una volta e sulla mitica Bologna degli anni Settanta. Ricorda di averlo incontrato una sera al centro di un gruppo di geniali autori. Cosa facevano? Dotati di un proiettore, cercavano di capire il funzionamento della stampa. Cercavano di isolare...