ti te se no

274

la camera oscura

šŸ® Per tanti anni fino allā€™avvento dei computer il nostro lavoro si svolgeva per molta parte in camera oscura. Si stava dentro per quindici minuti, poi si usciva a completare le lavorazioni alla luce naturale. Dentro e fuoriā€¦ per tutta la giornata.

šŸ“· La camera oscura, anzi le camere (ce ne erano diverse a seconda delle fasi del processo) erano grandi per cui si poteva stare dentro in due o tre persone. Per unā€™estate (quella dei mondiali di calcio del 1982) ci sono rimasto dentro tante ore. Ero stato rimandato a settembre e fu una punizione morbida di cui ho un piacevolissimo ricordo.

šŸ‘€ Ti te se no.
Cominciavano cosƬ i discorsi di un montaggista piĆ¹ anziano. In effetti, dopo 3 minuti al buio con la leggera luce rossa si ĆØ in vena delle piĆ¹ incredibili confessioni! I discorsi piĆ¹ curiosi, ā€œi bei ragionamentiā€, le storie piĆ¹ strane, ma anche e soprattutto i segreti da non dimenticare, buone pratiche professionali, consigli o dritte che mi sono tornate utili per anni.

šŸ’” Ora in camera oscura non ĆØ piĆ¹ necessario andarci. Forse ĆØ arrivato il turno di condividere i segreti della mia professione, ciĆ² che puĆ² aiutare ancora oggi a risolvere problemi concreti di post-produzione dellā€™immagine fotografica. Viva il montaggista!

#cameraoscura #postproduzione #immagine #fotolito #design